Se ci piace l’idea di conservare i dati personali nel cloud ma si desidera allo stesso tempo maggiore Privacy è possibile preparare da se una soluzione per l’archiviazione privata. macOS Server di Apple rende questo progetto abbastanza semplice e risulta compatibile con tutti i dispositivi, Mac, iPhone e iPad.

GUIDA

Creare cloud personale con macOS Server

  A COSA SERVE  

Certamente iCloud e servizi simili sono delle realtà molto affidabili e sicure, utili a memorizzare documenti, foto, video o altro ancora senza bisogno di preoccuparsi di come accedervi in qualunque momento perché è tutto ben studiato e funzionale. Possono esserci però situazioni in cui evitare che aziende esterne detengano i propri dati, per Privacy o per il rischio che hackers o terzi possano rubare dati sensibili, diventa prioritario. Una soluzione è quella di creare un Server personale, in casa o in ufficio in cui memorizzare i dati dei propri dispositivi o quelli dei colleghi di lavoro.

Quello che faremo in questa guida è:

  1. Installare e configurare macOS Server
  2. Configurare la Condivisione dei file sul Server
  3. Collegare i dispositivi per l’accesso al Server

  PARTE 1 – CONFIGURARE macOS SERVER  

Se ancora non è stato fatto,scaricare e installare una copia di macOS Server sul Mac che si occuperà da dedicare a Server, è disponibile una guida in questa pagina del sito.

  PARTE 2 – CONDIVISIONE FILE  

  • Avviare l’applicazione Server
  • Selezionare Condivisione file nell’elenco Servizi
  • Clic su sul “+” sotto Cartelle condivise per aggiungere una nuova cartella da condividere
    Apple consiglia di utilizzare un disco separato per condividere i file. Tuttavia, è possibile creare una Nuova cartella sul disco principale se manca un secondo disco.
  • Clic in basso su Scegli
  • Clic su Nuova cartella 
  • Clic sul pulsante della Modifica
  • Selezionare tutti i modi con cui si intende accedere ai file
  • Clic su OK
  • Attivare il Servizio di condivisione file dal pulsante in alto a destra
  • Il Server è pronto per l’accesso locale

  PARTE 3 – CONNETTERSI AL SERVER  

  MAC  
  • Aprire una finestra del Finder
  • Clic nella colonna di sinistra in Condivisi sul computer MacOS Server
  • Clic in alto a destra su Connetti come
  • Digitare il Nome utente e password del Server
  • Clic su Connetti
  IPHONE E IPAD  
  • Aprire le Impostazioni su iPhone o iPad
  • Tap su Mail
  • Tap su Account
  • Selezionare Aggiungi account
  • Tap su Altro
  • Selezionare Aggiungi account Server macOS
  • Selezionare il Server visualizzato, oppure digitare l‘host del server esempio: appleuser-mac.local o indirizzo IP
  • Digitare Nome utente e password
  • Tap su Avanti
  • Accettare il certificato di autenticità del Server
  • Tap su Continua e Salva

Adesso sarà possibile accedere al Server utilizzando l’apposita sezione dentro l’app usata come ad esempio Pages o Numbers per fare un esempio.

  CONCLUSIONE  

Dopo tutto questo lavoro, ci si potrebbe chiedere se vale la pena di dedicare un Mac a Server, configurarlo, impostare la condivisione di file, configurare i dispositivi client, ecc. E per la maggior parte delle persone, sono certo che non ne vale la pena. È meglio appoggiarsi al comodo servizio iCloud, in caso si utilizzi più dei 5GB gratuiti offerti da Apple si può pagare una minuscola mensilità (0,99 €.) perché si prenda cura di tutto ciò.

Tuttavia, se si vuole un vero controllo sui dati, sulla privacy e sulla sicurezza, questo è il modo di proseguire. Con la configurazione minima, non si avrà accesso da remoto ai file ma una volta connessi in Wi-Fi al Server si potrà procedere con la gestione dei propri dati.

   SOSTIENI IL SITO 

Se ti è piaciuta questa Guida puoi supportare il mio impegno visitando questo Link.